Porta Sant’Andrea ricorda Franco Ricci nei 25 anni della scomparsa

Una delegazione del Quartiere parteciperà, sabato 15 aprile a Faenza, al convegno organizzato in ricordo di Ricci dal Rione Rosso. A Porta Sant’Andrea il compito di ricordare le gesta aretine di Franco

0
432

Porta Sant’Andrea ricorda Franco Ricci nella sua Faenza. Sabato 15 aprile, infatti, ricorrono i venticinque anni dalla scomparsa del leggendario cavaliere faentino il cui nome è scritto anche nella storia della Giostra del Saracino fin dal 1968, con ben 11 vittorie di cui 9 con il costume bianco verde.

Le gesta di Ricci saranno celebrate dal Rione Rosso di Faenza all’interno della “Sagra del Pellegrino”, evento culturale che, sabato 15 alle ore 18:30, dedicherà al grande cavaliere una conferenza dal titolo “Gian Franco Ricci, la leggenda continua“: a rappresentare Arezzo e la Giostra del Saracino, insieme alle città di Servigliano, Foligno e Ascoli, è stato invitato il Quartiere di Porta Sant’Andrea che con il Rione Rosso ha solidi rapporti di amicizia.

La delegazione aretina sarà capeggiata dal rettore Maurizio Carboni e dal rettore vicario Gianni Sarrini: a quest’ultimo il compito di ricordare le imprese aretine di Ricci nel convegno. Alla conferenza seguirà poi la cena conviviale.

I 25 anni dalla scomparsa dello storico cavaliere saranno celebrati dal rione di via Campidori con altre interessanti iniziative: venerdì 14, dalle 18, nella suggestiva corte rionale si svolgerà l’evento Fototeca Open Air. L’evento in collaborazione con la Fototeca Manfrediana, costituirà l’occasione per presentare la mostra fotografica dedicata a Franco Ricci, e coinciderà con la presentazione dell’Archivio Storico Fotografico, curato dalla Fototeca. Nel corso della serata, a partecipazione libera e gratuita, sarà possibile usufruire del servizio gastronomico organizzato dalle cucine del Rione Rosso, poi Dj set e American Bar a cura degli organizzatori di Fototeca Open Air.

Domenica 16, infine, la Sagra del Pellegrino si concluderà con l’Open Day del Rione Rosso, in cui è prevista la visita guidata al museo rionale, l’esibizione degli sbandieratori e dei musici, la merenda offerta a tutti i bambini e la possibilità di potersi cimentare con bandiere, tamburi, chiarire e con lo sport equestre, visto che in Piazza Ricci, sarà presente una delegazione delle scuderie del Rione Rosso con un cavallo.

La manifestazione è patrocinata dal Comune di Faenza, dalla Regione Emilia-Romagna, dall’Associazione Emilia-Romagna Rievocazioni Storiche – Aerrs, dal Niballo Palio di Faenza. Tutte le informazioni su www.rionerosso.it