Gruppo Musici

La storia del Gruppo Musici

Il Gruppo Musici della Giostra del Saracino si costituisce come associazione autonoma nell’ambito della rievocazione storica aretina, nel 1955 grazie alla brillante idea di William Monci, appassionato di giostra che aveva ricoperto il ruolo di tamburino e trombettiere fin dal 1931 all’interno della manifestazioni.

La schiera di musicanti è costituita da tamburi e chiarine: il suono della chiarina da secoli ha sottolineato ad Arezzo eventi di grande importanza a partire dal 1275 con la sepoltura nella cattedrale di Arezzo di Papa Gregorio X fino ai giorni nostri con la Giostra del Saracino; il “rullo” del tamburo da sempre ha accompagnato sfilate e parate, scandisce il passo di tutti i figuranti in ogni cerimonia. Ad ogni uscita del Gruppo è presente il labaro che apre la sfilata e nel quale si ricorda lo storico fondatore. I costumi realizzati su foggia del XIV secolo, recano i colori e il simbolo della città di Arezzo.

L’attività del Gruppo, durante ogni esibizione è affidata al Capogruppo che dirige i tamburi e le chiarine, ordina l’esecuzione dei brani musicali ed i cambiamenti delle formazioni. Partecipa a tutte le cerimonie che fanno parte dell’Anno Giostresco ed in occasione della Giostra del Saracino sono le note suonate dai Musici che sottolineano l’ingresso di tutte le rappresentative e della lancia d’oro, ambito trofeo della Giostra, fino al momento solenne in cui viene eseguito l’Inno della Giostra del Saracino “Terra d’Arezzo”.

Il Gruppo Musici è generalmente composto da 70 figuranti, di cui 66 musicisti, 1 Portalabaro e  3 Lucchi.  La sede sociale è ad Arezzo in Piazzetta del Praticino n.3.

Gruppo Musici particolare opera di Alessandro Marrone

Il Consiglio Direttivo:

Presidente:  Mauro Nappini

Vice Presidente: Lorenzo De Robertis

Tesoriere: Pasquale Pericoli

Provveditore:  Andrea Milesi

Segretario: Samuele Dini

Consiglieri : Adriano Checcacci, Enrico Lazzeri, Davide Pericoli, Claudio Storri.

Contatti

www.gruppomusici.it

Mail : info@gruppomusici.it