La storia delle Giostre corse il 18 giugno

Due vittorie per Porta del Foro e Porta Santo Spirito, gli altri due quartieri non hanno mai vinto in questa data

0
272

Nella storia della Giostra del Saracino il 18 giugno si è corso solo in quattro edizioni tutte abbastanza recenti nel 2000, 2005, 2011 e 2016. Quattro sfide ma due quartieri vittoriosi, Porta del Foro e Porta Santo Spirito. I due rioni si sono aggiudicati 2 edizioni a testa i giallo cremisi le prime due nel 2000 e 2005 per poi passare il testimone ai giallo blu nel 2011 e 2016. 

Nelle quattro edizioni disputate il centro è stato colpito 8 volte: due a testa li hanno colpiti Enrico Giusti e Stefano Cherici, un centro a testa per Cicerchia, Vedovini e Vernaccini tutti nelle carriere ordinarie. Nella graduatoria dei quartieri quindi tre ne ha colpiti Porta del Foro e Sant’Andrea, due Santo Spirito mentre Porta Crucifera non lo ha mai colpito.  

La prima si è corsa nel 2000 la lancia d’oro dedicata a Ser Bartolomeo di Ser Gorello e fu conquistata dai fratelli Veneri con il loro marchio di fabbrica 8 punti in due carriere. Porta del Foro corre in terza posizione al primo tiro va Gabriele colpendo il 4, lo segue suo fratello Luca che in settima carriera chiude i conti dopo il 3 colpito da Maurizio Sepiacci che blocca a 7 punti Porta Sant’Andrea dopo il 4 di Martino Gianni. 

Si corre nella stessa data nell’anno 2005 e resta invariato il vincitore. La Chimera trionfa con la coppia Gabriele Veneri e Enrico Giusti. Questa volta per aggiudicarsi la lancia dedicata al 750° anniversario dell’approvazione degli statuti dello Studium aretino la coppia di San Lorentino deve arrivare agli spareggi per avere la meglio sugli avversari. Tre quartieri vanno agli spareggi con 9 punti Gabriele Veneri colpisce il 4 mentre Enrico Giusti in settima carriera marca un 5. Li seguono agli spareggi la coppia di Sant’Andrea Vedovini – Cherici e quella di Santo Spirito Farsetti- Veneri Luca. Il primo spareggio è aperto da Vedovini che colpisce il 3 mentre Farsetti e Giusti vanno avanti marcando 4 punti. Al secondo spareggio si affrontano i due fratelli Veneri da rivali dopo il passaggio di Luca ai Bastioni. Nella sfida ha la meglio Gabriele che marca 4 punti mentre Luca subito dopo non va oltre il tre. 

Arriviamo quindi alla terza giostra disputata il 18 giugno 2011 in occasione del 150esimo anniversario dell’Unità d’Italia. Vince Porta Santo Spirito con la coppia Marco Cherici e Daniele Gori. La svolta che assegna la lancia ai giallo blu al quarto tiro, prima carriera di Marco Cherici che spezza la lancia sul 4 raddoppiando il punteggio e di fatto chiude la sfida. Al suo compagno Gori basta un tre in ottava carriera per conquistare la vittoria. La delusione più grande è per Sant’Andrea che si vede sfuggire il successo con un 10 dopo i cinque colpiti da Cherici e Vedovini.

Arriviamo quindi all’ultima giostra disputata il 18 giugno, l’anno è il 2016 e la lancia è dedicata a Giuseppe Pietri in occasione del 70esimo anniversario della morte. Anche in questa edizione come nella seconda corsa in questa data sono necessari gli spareggi per decretare il quartiere vincitore. La lotta è tra Porta Santo Spirito con la coppia CicerchiaScortecci e quella di Porta del Foro con CarboniVernaccini. La sfida tra queste coppie sarà il filo conduttore di questo anno. I due quartieri arrivano agli spareggi con 9 punti dopo i centri colpiti da Cicerchia in quarta carriera e Vernaccini subito dopo al primo tiro in seconda carriera. Agli spareggi è fatale il 2 colpito da Carboni che apre le porte della vittoria ai giallo blu con Cicerchia che chiude la giostra colpendo il 3.