Questa mattina si è svolta la ventiseiesima edizione della cerimonia di premiazione dei giostratori. “Siamo tornati in pieno clima di Giostra” ha esordito così il sindaco Alessandro Ghinelli nel chiostro del Palazzo Comunale. Sono stati premiati i giostratori delle due edizioni della Giostra del Saracino e delle Prove Generali del 2019, alla presenza dei rettori dei quartieri e del vicesindaco Gianfrancesco Gamurrini.

I giostratori di riserva premiati per Porta Crucifera sono Filippo Fardelli e Niccolò Paffetti, Per Porta del Foro Roberto Gabelli e Francesco Rossi, Per Porta Sant’Andrea Saverio Montini e Matteo Bruni ed infine Porta Santo Spirito Elia Pineschi per entrambe le edizioni, Niccolò Pineschi per quella di giugno ed Elia Taverni per quella di settembre.

Ai giostratori titolari è stata consegnata una medaglia in argento realizzata sulla cere cesellate da Lamberto Parigi. Per Porta Crucifera sono stati premiati Adalberto Rauco e Lorenzo Vanneschi, Per Porta del Foro Gabriele Innocenti e Davide Parsi, Per Porta S.Andrea Tommaso Marmorini e Enrico Vedovini ed infine Per Porta S.Spirito Elia Cicerchia e Gian Maria Scortecci.

La cerimonia è stata l’occasione per annunciare i vincitori del Premio “Fulvio Tului”, giunto alla sesta edizione. Per la Giostra di Giugno 2019 non è stato consegnato poichè a causa del maltempo non fu possibile effettuare il corteo storico e per l’edizione di settembre il premio è stato vinto dal quartiere di Porta Sant’Andrea. Il riconoscimento alla carriera è stato attribuito ad Edo Bonucci e le targhe alla memoria sono state invece consegnate ai figli di Eros Ricciarini e Vittorio Dini.Infine sono state svelate le dediche delle Lance d’Oro in occasione delle due edizioni 2020 delLa Giostra del Saracino.

La Giostra di San Donato, sabato 20 giugno, sarà dedicata all’Istituto Thevenin. La Fondazione nasce nel 1870 dopo la soppressione dell’IPAB Istituto Thevenin, per volontà del Comune di Arezzo, della Fraternita dei Laici, della Diocesi di Arezzo e della Congregazione Romana delle Figlie della Carità e quest’anno ricorrono i suoi ai 150 anni di attività.

La Giostra della Madonna del Conforto, domenica 6 settembre, sarà dedicata al maestro Arturo Benedetti Michelangeli  (Brescia 5 gennaio aprile 1920 – Lugano 12 giugno 1995) per il centenario della sua nascita. Pianista di fama internazionale ha tenuto corsi di perfezionamento ad Arezzo ed alcuni concerti al Teatro Petrarca o nella sala grande degli Amici della Musica.

Al termine della cerimonia sono stati esposti i tabelloni con i punteggi delle due edizioni del Saracino dello scorso anno.