Prova Generale: il commento di Giorgio Marmorini

0
634

Finalmente Giostra vera. La 53esima Prova Generale ci riconsegna Piazza Grande gremita di gente impaziente di riappropriarsi della Festa. Impeccabili sbandieratori e musici, solenne come non mai, l’entrata in Piazza dei Quartieri che si sono dati battaglia per aggiudicarsi il Piatto dedicato a Marcello Innocenti, Capitano vittorioso di Porta del Foro.

La sfida la ‘lancia’ proprio la Chimera mandando al pozzo l’esordiente Falchetti, in sella alla cavallina siciliana Fusona Sicula, che con una carriera lineare e precisa centra il ‘pomodoro’, come chiamava Innocenti il centro. La gioia però dura poco perché sono 2 i punti di penalizzazione per ‘evidente’ carriera lenta.

Proprio l’opposto di quella che corre Paffetti di Porta Crucifera con il cavallo Orione, che realizza 4 punti.

Ora è la volta dei favoriti della colombina che si sono aggiudicati le ultime due edizioni. A palesarsi al Maestro di Campo, l’esordiente Salvicchi coadiuvato dall’ex giostratore Gabriele Veneri, nella veste di Vice, è Taverni in sella a Farfalla, cavalla esperta di 15 anni dal mantello grigio. La carriera viene preparata bene e ancora meglio disputata e conclusa sul massimo punteggio: 5. La sorpresa però arriva dall’Araldo che ne annuncia la penalizzazione di 2 punti per ‘carriera lenta’. Sant’Andrea manda a correr giostra Bruni e l’esordiente cavalla Bianca, di nome e di fatto. Problemi in partenza ne condizionano la carriera e costringono Bruni a cercare un tiro che finisce purtroppo oltre il centro, sul 2.

Le seconde carriere iniziano con Gabelli che, smentendo le prove che lo avevano visto colpire sempre il centro, ferma il suo colpo sul 4 laterale. Anche Porta Crucifera ottiene lo stesso punteggio con l’esperto Bennati alla sua 17’ Prova Generale, dopo una carriera dove ha cercato di contenere Toro Seduto che si conferma molto veloce nell’affrontare la lizza. Per Santo Spirito, con l’esperto e bravo Elia Pineschi, serve il centro per raggiungere Porta Crucifera. Il cavallo Faustino non gli facilita il compito ma la determinazione di Elia riesce a portarlo comunque sul punteggio massimo. Chiude le carriere ordinarie il giovanissimo Tavanti che, tradito dall’emozione, ma anche per la poca esperienza ancora maturata, colpisce il 4 orizzontale all’inizio della targa, vicino al bordo esterno.

Servono gli spareggi.

Scontato che per Porta Crucifera vada al pozzo Paffetti che, gestendo una carriera non facile, ferma il colpo prima del centro, sul 4 orizzontale.

La Colombina si oppone mandando a chiudere la partita il binomio più affidabile: Taverni/Farfalla che con un colpo molto preciso sul 4 verticale, riesce a colpire anche il ‘rosso’ ma non in maniera sufficiente per evitare il 4.

Secondo spareggio e stessi problemi per Bennati che non può far altro che colpire il 4 orizzontale senza ‘rischiare’ il centro. Ma basta per vincere perche’ Elia Pineschi con Faustino si trova a dover correre una ‘difficilissima’ carriera che lo costringe ad uscire di sella e a stendersi verso il Buratto per cercare il centro. Non ci riesce, finisce sul 2 e consegna la vittoria ai Cruciferini che con determinazione dopo la vittoria della Giostra di settembre 2021, hanno ritrovato grinta e serenità.

Come avvenne per la Prova Generale dedicata a Capitan Ciuffino, vinta da Porta del Foro, anche per Capitan Innocenti, la targa commemorativa viene donata dai vincitori, in questo caso rossoverdi, al quartiere di appartenenza di Porta del Foro, come estremo gesto cavalleresco e di rispetto.

E domani sarà Giostra.