Le undici sfide al Buratto in data 4 settembre

La prima giostra corsa il 4 settembre del 1949 la vince Porta Crucifera con la coppia Arturo Vannozzi Tripoli Torrini

0
93

La 142esima Giostra del Saracino sarà la dodicesima che verrà disputata il 4 settembre. Sono 11 quindi le sfide tenute in Piazza Grande, la prima volta è avvenuto nel 1949 in una giostra singolare. Ad aprire la piazza fu Ivo Bottacci per Porta Sant’Andrea che non riuscì a colpire il buratto, marcando zero punti. Anche Santo Spirito dopo la prima carriera si fermò a zero punti, Neri Giuseppe colpì il 4 e ruppe la lancia raddoppiando il punteggio, ma subito dopo la perse vanificando il sogno di aggiudicarsi 8 punti. La coppia di Porta Crucifera composta da Arturo Vannozzi e Tripoli Torrini non fece errori conquistando con un doppio 4 la settima lancia d’oro, facendo così cappotto.

Arriviamo al 1955 quando la vittoria va a Porta del Foro con la coppia Antonio Chianese e Priamo Ducci. Successo numero cinque per la Chimera, vince la lancia d’oro totalizzando 5 punti. Una giostra dove lo zero la fa da padrone, nella rastrelliera dei punteggi compare in quattro caselle. Due giostratori sono stati disarcionati, due perdono la lancia ma il giallocremisi Ducci riesce nell’impresa di strappare una palla del mazzafrusto.

Nel 1960 vince Porta Santo Spirito con la coppia regina Tripolino – Donatino. Il punteggio finale per portare la lancia ai Bastioni non è alto, sei punti, ma sufficiente. Anche in questa giostra non mancano i colpi di scena, nelle seconde carriere Marino Gallorini per Porta Crucifera rompe la lancia marcando 4 punti in totale, Beligni di Porta Sant’Andrea viene colpito dal mazzafrusto mentre Arturo Vannozzi per Porta del Foro viene disarcionato.

Corre l’anno 1966 e torna a vincere Porta Crucifera dopo otto anni. Colcitrone non vinceva dal 1958 ad interrompere il digiuno per i rossoverdi una coppia formata da due cavalieri che hanno fatto la storia: Ferdinando Leoni detto Ganascia e Marcello Formica. Con sette punti la lancia prende la strada per Palazzo Alberti. La giostra del 1966 è una di quelle che viene raccontata in molte versioni, è il saracino dove Donatino che corre per Porta Santo Spirito dopo il 4 colpito da Paolo Giusti in prima carriera colpisce il quattro portando i gialloblu a 8 punti ma dietro le logge inspiegabilmente scende da cavallo senza presentarsi alla giuria. Questo episodio impedisce alla Colombina di vincere la lancia d’oro.

La Giostra del Saracino del 1977 se l’aggiudica Porta del Foro con i giostratori Maurizio Gori – Eugenio Vannozzi. E’ la prima sfida al Buratto che il 4 settembre finisce agli spareggi. Eugenio Vannozzi rompe la lancia sul 3 mentre Gori conquista un punto. Sette punti sufficienti a restare in corsa per la vittoria e andare agli spareggi con Porta Sant’Andrea che in piazza ha mandato la coppia Vincenzo Verità e Franco Ricci. Allo spareggio i biancoverdi mandano Ricci che colpisce il due, a Vannozzi basta un tre per portare la lancia a San Lorentino.

La prima lancia d’oro conquistata da Porta Sant’Andrea il 4 settembre arriva nel 1983 grazie alla coppia di giostratori faentini Vincenzo Verità e Massimo Montefiori. Anche questa giostra fu piena di colpi di scena, tre lance perse: Franco Ricci, Mario Capacci e Carlo Veneri. Massimo Montefiori marca un 4 ma viene colpito dal mazzafrusto, nonostante la penalità subita il quartiere biancoverde conquista la sua undicesima lancia d’oro. 

Nel 1988 si ripete Porta del Foro conquistando la sua 16esima lancia d’oro, sesta vittoria della coppia Capacci – Parigi. I giallocremisi aprono e chiudono la giostra al primo tiro: Mario Capacci colpisce un 4 ma riesce nell’impresa di spezzare anche la lancia raddoppiando così il punteggio. La giostra fila via liscia con tutti i giostratori che colpiscono il 4. Quello di Paolo Parigi suggella il successo della Chimera tornata padrona della piazza dopo 5 edizioni. 

Nelle giostre del 4 settembre continua l’alternanza al successo tra giallocremisi e biancoverdi. Questa volta è Porta Sant’Andrea a trovare la vittoria in piazza grande grazie ai giostratori che segnano un periodo d’oro per piazza San Giusto. Corre l’anno 1994 Maurizio Sepiacci e Martino Gianni conquistano la lancia al secondo spareggio perchè gli 8 punti delle carriere ordinarie non sono sufficienti. Allo spareggio la sfida è tra Luca Veneri, Marco Filippetti  e Martino Gianni che al secondo spareggio chiude i giochi colpendo il centro.

Le due edizioni successive quelle del 2005 e 2011 mandano la lancia a Palazzo Alberti. Porta Crucifera nella giostra del 2005 riesce a primeggiare allo spareggio. Prima Marco Cherici apre la piazza con il 4 poi ci pensa Alessandro Vannozzi  marcando un 4 e lanciare la sfida a Carlo Farsetti di Porta Santo Spirito. Il rossoverde colpisce il 5 mentre il gialloblu si ferma sul 2. Nel 2011 due giostratori che hanno lottato fino all’ultimo colpo nel 2005 adesso sono compagni Carlo Farsetti – Alessandro Vannozzi. Questa volta è Farsetti a centrare il pomodoro in prima carriera mentre Vannozzi la chiude colpendo un 4.

Arriviamo all’ultima edizione corsa il 4 settembre 2016 a vincere è Porta Santo Spirito che marca l’impresa vincendo la sua terza lancia dell’anno dopo il successo di giugno e della straordinaria di agosto. I giostratori della Colombina Elia Cicerchia e Gianmaria Scortecci vincono la lancia d’oro allo spareggio dopo che le carriere ordinarie si erano chiuse con 9 punti come hanno fatto Porta del Foro e Sant’Andrea. Scortecci colpisce il suo secondo centro e consegna la terza lancia d’oro consecutiva a Santo Spirito.

Undici edizioni tutte avvincenti, emozionanti ricche di colpi di scena come solo la giostra sa regalare.    

   

Ed. Anno Vincitore Giostratori Punteggi
133 2016 Porta Santo Spirito Scortecci – Cicerchia 4 – 5 – 5
122 2011 Porta Crucifera Farsetti – Vannozzi A. 5 – 4
110 2005 Porta Crucifera Cherici – Vannozzi A. 4 – 4 – 5
87 1994 Porta Sant’Andrea Sepiacci – Gianni 4 – 4 – 4 – 5
75 1988 Porta del Foro Capacci – Parigi 8 – 4
63 1983 Porta Sant’Andrea Verità – Montefiori 4 – 2
54 1977 Porta del Foro Vannozzi E. – Gori M. 6 – 1 – 3
42 1966 Porta Crucifera Leoni – Formica 4 – 3
36 1960 Porta Santo Spirito Tripoli – Gallorini 4 – 2
30 1955 Porta del Foro Chianese – Ducci 1 – 4
21 1949 Porta Crucifera Vannozzi Arturo – Tripoli 4 – 3