Notizie di Storia: scoperta una nuova Giostra seicentesca

0
1031

Una bella notizia per gli appassionati di Giostra quella riportata dal dott. Luca Berti nel nuovo numero del periodico della Società Storica Aretina, è davvero emozionante che ancora oggi gli archivi forniscano riprova di quanto la Giostra fosse (e sia ancora) radicata nella città.

Questa nuova giostra è stata rinvenuta dal prof. Franco Cristelli nell’Archivio Capitolare, è contenuta in una ricordanza estratta da “Libro di ricordi” del sacerdote Francesco Ducci e conta una decine di righe.
La cronaca ricorda che questa giostra venne svolta il 9 Dicembre 1677, cioè tre giorni dopo quella ben più famosa del 6 dicembre che fece da stilobate per il rinnovarsi della tradizione negli anni Trenta del secolo scorso. Ciò fa ben supporre che si svolse sfruttando le strutture già utilizzate per quella precedente, caso non unico visto che anche per le Giostre del 1606 che vide dopo quella ‘ufficiale’, sempre presumibilmente sfruttando la struttura montata, lo svolgersi di una seconda a distanza di pochi giorni.

Probabilmente quindi tenuta in tono leggermente minore rispetto alla sua pedissequa precedente questa ‘nuova’ giostra fu corsa da 6 cavalieri e il premio furono “dieci dobole” (un pesce oggi scomparso) invece che un premio in oro di quella del 6 Dicembre. Altre curiosità è che il maestro di campo fu lo stesso conte Giovanni Chiaromanni per entrambe, mentre i giostratori sono, come era abitudine per l’epoca, in gran parte appartenenti al patriziato.

Appuntamento quindi in edicola per tutti gli appassionati di Giostra.