Il Gruppo Musici della Giostra del Saracino, già presente sin dalle prime edizioni degli anni Trenta e nel periodo postbellico, dopo l’interruzione degli anni 1941-1947 con il nome di “Gruppo San Donato”, si costituì in forma autonoma nel 1955 grazie alla caparbia e brillante idea di William Monci, musicista aretino appassionato di Giostra. La sua personalità, forte e decisa, caratterizza ancora oggi il Gruppo. Idealmente, egli è ancora al comando dei Musici: sul labaro, lo stendardo che precede la formazione, è infatti impresso il suo nome. Negli anni il Gruppo è cresciuto, sia dal punto di vista numerico che qualitativo, e ha saputo farsi apprezzare in Italia e all’estero nelle manifestazioni a cui ha partecipato.

Cariche Sociali – Responsabili

Il Presidente del Gruppo, dall’aprile 2018 è Mauro Nappini, Lorenzo De Robertis è il suo Vice. Per l’edizione della Giostra di giugno il Capogruppo, ovvero colui che è direttamente responsabile della parte “scenica” e musicale contraddistinto da un diverso costume e copricapo, è il socio Tommaso Cardeti. Nel corso dell’anno la preparazione musicale del Gruppo è affidata al Maestro Marco Maestri.

Composizione Consiglio Direttivo

Presidente:  Mauro Nappini; – Vice Presidente: Lorenzo De Robertis; – Tesoriere: Pasquale Pericoli; -Provveditore:  Andrea Milesi; – Segretario: Samuele Dini; – Consigliere: Adriano Checcacci; – Consigliere addetto al tesseramento: Samuele Dini; – Consigliere responsabile delle chiarine: Enrico Lazzeri; – Consigliere responsabile dei tamburi: Davide Pericoli; – Consigliere responsabile Team eventi: Claudio Storri

Composizione del Collegio dei Probiviri

Claudio Milesi – Marco Memonti – Francesco Serrandrei

Composizione Giostra Giugno 2019

In occasione della Giostra di Giugno il Gruppo entrerà in Piazza Grande con ben 54 elementi. 

1 Labaro  (colui che precede il Gruppo e porta lo Stendardo)

3 Lucchi (generalmente i dirigenti del Gruppo che assistono i musici)

12 Tamburi (fra cui tre “bassi”, coloro che scandiscono il tempo)

32 Chiarine (la vera e propria “voce della Giostra”)

6 Rullini (quei giovani tamburini che accompagnano dall’inizio della Lizza l’ingresso in campo dell’Araldo e dei primi figuranti)

Labaro: Ermini Paolo

Lucchi: Nappini Mauro – De Robertis Lorenzo – Pasquale Pericoli  

Chiarine: Belardini Matteo –  Berbeglia Lorenzo –  Bidini Andrea –  Bidini Marco – Borghi  Francesco  – Bossini Lorenzo – Caneschi Fabio – Carboni Andrea – Cardeti Tommaso –  Lombardi Lorenzo Chiarini – Simone Donatello Alessio – Lazzeri Enrico- Lobina Alessandro – Maccari Andrea – Maestri Marco – Mancini Mauro – Marconi Fabio – Memonti Marco – Nappini Lorenzo – Olivi Estulli Nicola – Palazzi Andrea – Peruzzi Michele – Rossi Fabio – Sacchini Luca – Stanganini Jacopo – Stanganini Michele – Storri Claudio – Tacconi Lorenzo – Truciolini Jacopo – Truciolini Alessandro – Villani Andrea 

Tamburi : Bartalesi Andrea – Bichi Niccolò – Caporalini Lorenzo – Dini Samuele – Franci Damiano – Mafucci Mattia – Milesi Andrea – Modeo Giuseppe – Simone Nocentini – Emanuele Paggetti – Samuele – Pericoli Davide – Rossi Leonardo 

Rullini: Bernardi Giulio – Franci Edoardo- Marcantoni Roberto – Marruchi Samuele – Milesi Gianluca – Perticai Stefano

Musiche

Durante il corteggio storico vengono eseguiti brani ritmati e lenti per dare il segnale ed il ritmo al corteggio storico. 

In Piazza Grande: subito dopo l’annuncio dell’ingresso viene eseguita la “Sigla Pietri”. Il Gruppo parte sul passo svelto ed esegue il “Passo due”. Da notare ed apprezzare il caratteristico cambio di passo, da veloce a lento, che tutto il Gruppo esegue all’unisono sulla Lizza. 

E’ il segnale che sta per essere suonata la “Marcia della Giostra”, più comunemente conosciuta come “Il Monci”, essendo un pezzo scritto dal fondatore del Gruppo e ormai entrato nella mente e nel cuore di tutti gli aretini. La “Marcia della Giostra” è un brano molto difficile da eseguire sia per le chiarine, sia per i tamburi i quali devono eseguire ben sessantatré battute di tamburo. Al termine dell’esecuzione il Gruppo prende il proprio posto a lato della Lizza ed accompagna l’entrata in Campo dei Quartieri e degli altri figuranti. 

L’ ingresso in Piazza del Glorioso Gonfalone del Comune di Arezzo e della Lancia d’Oro viene accompagnato dal brano “Marcia”. Da quest’anno al centro della Lizza la Lancia d’Oro si fermerà e sarà eseguito la parte alta del brano “Pietri” il brano che solitamente viene eseguito in Piazza del Comune durante la cerimonia dell’estrazione delle Carriere. Emozionante e partecipato infine è il momento dell’esecuzione di “Terra  d’Arezzo”, brano scritto da Alberto Severi e musicato da Giuseppe Pietri. Quale curiosità musicale è il fatto che in Piazza Grande non viene eseguita la versione integrale, ma solo la melodia della strofa e due volte il ritornello.

Molto apprezzato dal pubblico è il mini concerto che viene effettuato in Piazza san Francesco al termine della cerimonia del Bando. Quest’anno l’evento per il Gruppo Musici rivestirà una particolare importanza perché segnerà l’esordio nel repertorio di un nuovo pezzo.

Attività sociale ed impegni futuri 

Il Gruppo Musici conta al momento 175 soci, fra attivi e sostenitori.  Nel corso dei primi mesi del 2019 il Gruppo ha rinnovato il proprio Statuto Sociale ed il regolamento interno adeguandolo alle normative vigenti per le associazioni del  terzo Settore. Il gruppo musici è iscritto al registro regionale delle aziende di promozione sociale. 

Il Gruppo Musici prova e si allena durante tutto l’anno per due volte alla settimana, il martedì e il giovedì, dalle 21 alle 22 presso la palestra ex-inadel di via Leone Leoni. Nel periodo estivo le prove si spostano nei giardini del Prato. L’attività è incrementata a giugno e a settembre in preparazione alla Giostra del Saracino.

Nel corso dell’estate il gruppo sarà impegnato ad Anghiari, il giorno 29 giugno, per la rievocazione del Palio, e poi nel mese di agosto alla Giostra di Simone a Montisi (SI). 

www.gruppomusici.it