PDF: Prove Di Felicità 

0
1632

La vigilia ha messo tutti in apnea sotto l’acqua che non permette nemmeno di fare la sfilata. La pioggia non ha dato tregua, anzi ha fatto di tutto per mettere a dura prova tutta la macchina organizzativa comunale, dirigenze, giostratori e figuranti.
Per fortuna ma è meglio dire per bravura, capacità e tempistica il comune è riuscita a rimettere a posto la lizza per non far rinviare la giostra domenica.

Torna la felicità a Porta del Foro, giustamente e meritatamente, dopo dodici lunghissimi anni di assenza e lo fa con grande capacità e caparbietà.
Merito del Rettore Roberto Felici, Capitano Dante Nocentini e tutto il consiglio che li ha supportati in scelte importanti durante l’inverno giostresco.
La vittoria nasce da lontano attraverso una programmazione attenta cercando di mettere ogni pedina al posto giusto.

La prima, la più importante, è stata la scelta del preparatore Giovanni Cantaloni chiamato dai giallo cremisi dopo tre anni di lontananza dalla piazza. Nel 2015 allenatore di Porta Crucifera vince subito la Lancia d’Oro (ultimo successo dei cruciferini). Dopo settembre le strade si dividono e lui continua a fare il suo lavoro ossia quello di insegnare equitazione.

La dirigenza si da degli obiettivi: il primo il più urgente dotarsi di proprie scuderie. Inizia un periodo dove l’unico credo è il lavoro.

La seconda è stata quella di affiancare a Giovanni Cantaloni un uomo di lancia e l’amicizia tra l’istruttore e Alessandro Vannozzi forma un binomio, sulla carta, dal potenziale enorme.

Porta del Foro non si ferma e mette in gioco tutti i giostratori arrivando in primavera a scegliere la coppia Parsi – Innocenti.

Nella settimana di prove il quartiere della Chimera si è presentato ben organizzato con un metodo di lavoro evidente dando l’impressione che tutti sapevano cosa e quando fare il compito assegnato dove si evidenziava una crescita importante dal settembre 2018.

I risultati sono stati anticipati nella Prova Generale con due ottime carriere fatte da Rossi – Gabelli.

La giostra di sabato racconta poi che le qualità tecniche e il coraggio sono stati alla base del successo giallo cremisi abbinate a quel pizzico di fortuna indispensabile per vincere.

Non era semplice per Gabriele Innocenti il secondo esordio in piazza. Il cinque colpito aumenta ulteriormente i meriti, si è trovato a dover ripetere una carriera per disturbi ricevuti con tutte le incognite e la pressione che comporta.

Il suo compagno Davide Parsi non è stato da meno, dover chiudere la giostra con un “quattro facile” dopo dodici anni che non vinci, e in più sei anche quartierista, fa pesare quella lancia quaranta chili in più.

Tutto il resto è storia e lacrime di felicità per il popolo della Chimera.

Abbiamo titolato Prove di Felicità perchè per Porta del Foro questo può essere l’inizio di una nuova storia tutta da scrivere consapevoli che se lavoro amore e passione vanno di pari passo la Felicità può durare a lungo.