La Giostra a Massa Marittima per il Capodanno dell’Annunciazione

0
148

Il mondo della Giostra del Saracino si appresta a partire in trasferta alla volta di Massa Marittina dove sabato 23 marzo avrà luogo la grande parata dei gruppi di rievocazione storica della Toscana in occasione del Capodanno dell’Annunciazione, antica tradizione toscana reintrodotta nel 2015 dal Consiglio Regionale che riporta in auge la consuetudine in vigore fino al 1749 di iniziare l’anno civile il 25 marzo, giorno in cui la Chiesa cattolica colloca la festa dell’Annunciazione.

Dopo il grande successo dell’edizione 2023, ospitata un anno fa dalla città di Arezzo alla presenza di oltre mille rievocatori, quest’anno sarà il comune del Grossetano ad organizzare l’evento. E la Giostra del Saracino sarà presente con una rappresentativa di ognuna delle sue componenti, Quartieri, Musici, Sbandieratori e Signa Arretii, con il coordinatore di regia Enrico Lazzeri, il consigliere comunale Simon Pietro Palazzo in rappresentanza del Comune di Arezzo e l’Ufficio Politiche Culturali e Turistiche – Giostra del Saracino. Oltre alla Giostra saranno presenti numerosi gruppi della provincia di Arezzo: i Balestrieri di Sansepolcro, il Rione Cassero e il Terziere di Porta Fiorentina di Castiglion Fiorentino, il Cerist di Montevarchi, l’Associazione Carnevale Storico di Bibbiena – La Mea, la Proloco di Chiusi della Verna, l’Associazione La Rocca di Laterina, il Consiglio dei Terzieri di Cortona, l’Associazione Scannagallo Aps, la Proloco di Monte San Savino, il Carnevale dei Figli di Bocco e la Giostra dei Rioni di Olmo.

Come avvenuto ad Arezzo lo scorso anno, le celebrazioni del Capodanno dell’Annunciazione si svolgeranno su tre giorni a partire da domani pomeriggio con il convegno sullo stato dell’arte della Legge Nazionale sulle Rievocazioni Storiche alla luce delle Leggi Regionali e il Concerto del Coro Polifonico Minatori di Santa Barbara (Palazzo dell’Abbondanza).

Sabato mattina è prevista l’assemblea annuale delle Rievocazioni Storiche della Toscana e alle 15.00 il clou dell’evento con la Grande Parata Storica che partirà da Piazza XXIV Maggio per raggiungere Piazza Garibaldi dove sono previsti il maxi schieramento dei figuranti e i saluti istituzionali delle autorità presenti (l’evento è organizzato dal Comune di Massa Marittima in collaborazione con il Comitato regionale delle Rievocazioni Storiche della Toscana, la Giunta Regionale e il Consiglio regionale). A conclusione della sfilata avrà luogo la presentazione del libro “Cosimo I dei Medici” del Governatore della Toscana Eugenio Giani.

Gran finale domenica 24 marzo con le visite mattutine della città, della Società dei Terzieri Massetani e delle sedi dei Terzieri di Cittanova, Cittavecchia e Borgo e nel pomeriggio l’esibizione di alcuni gruppi di rievocazione nel centro storico.